La Tour Eiffel in mostra a Roma

La Tour Eiffel in mostra a Roma

Roma e Parigi sono forse le due più belle città del mondo, ora però la nostra Capitale può vantare di avere un piccolo angolo di Francia.
La prestigiosa Galleria Alberto Sordi a Roma espone fino giugno, infatti, una sezione della scala della Tour Eiffel.
La grande struttura elicoidale è alta ben 4,50 metri ed un diametro di 173 centimetri, venne costruita insieme alla torre di ferro nel 1889, tuttavia un secolo dopo venne sostituita per motivi di sicurezza con una struttura più leggera.
La scala, però, era comunque parte della storia della Tour Eiffel, così, invece che fonderla, venne divisa in 24 pezzi, ora sparsi per il mondo.

La sezione esposta alla Galleria Alberto Sordi è stata acquistata dalla Fondazione Sorgente Group in un’asta a New York nel luglio 2011, l’importanza del pezzo è spiegata chiaramente dal professor Claudio Strinati, direttore scientifico della fondazione: “E’ una delle prime tecniche strutturate in questo modo, è l’architettura del ferro, che all’epoca era all’avanguardia assoluta, e poi è il simbolo di una scala, perché la Tour Eiffel è in fondo una scala”.

La sezione della scala della Tour Eiffel è accompagnata da una piccola mostra sull’Esposizione Universale del 1889, poiché il celebre monumento venne realizzato proprio per celebrare l’evento.

Circa venti fotografie, provenienti anche dalla Washington Library of Congress e dalla Biblioteca Nazionale di Francia che descrivono contesto in cui la torre venne ideata e realizzata, mostrando i lavori realizzazione dei padiglioni dell’Esposizione Universale del 1889.

Una scelta che crea un collegamento tra il passato ed il prossimo futuro, ma soprattutto tra Roma e Milano, che ospiterà l’EXPO 2015. “Roma non ha mai fatto mancare il nostro appoggio a Milano per l’Expo prossimo” commenta sindaco di Roma Gianni Alemanno “vogliamo sostanzialmente che sia l’Expo di tutta l’Italia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *