Gli scavi di Ostia Antica

Gli scavi di Ostia Antica

Ostia è il simbolo del dominio di Roma sul mediterraneo, dal suo porto partivano le navi cariche di soldati e centurioni per conquistare tutte le terre conosciute, mentre attraccavano bastimenti carichi di grano, oro e merci esotiche.
Ostium
significa bocca del fiume, anche se il sito antico oggi si trova lontano dal mare, questo perché nel corso dei secoli la costa si è spostata, inoltre nel 1575 un’inondazione spostò due chilometri a nord il corso del fiume.

Ostia antica era una città cosmopolita, come tutti i centri portuali, abitata da genti provenienti da molti paesi, come testimonia la presenza di molti templi dedicati a divinità straniere, come Mitra, Cibele ed Iside.
Si capisce come la popolazione di Ostia antica fosse eterogenea anche dal punto di sociale, osservando i resti delle diverse tipologie di abitazioni. Le classi agiate ed patrizi abitavano in ampie ville dotate di cortili e giardini, come la splendida Domus di Amore e Psiche o la Domus delle Colonne.
I commercianti e gli altri lavoratori abitavano spesso nelle insulae, una sorta di condominio in cui il pianterreno era costituito da taverne, botteghe e laboratori. Il più tipico è il Caseggiato di Diana, formato da vari edifici ed abitazioni.
Ostia Antica è stata una fornite preziosa di testimonianze sulla vita quotidiana dell’epoca, sono stati, infatti, conservati pressoché intatti taverne, negozi, latrine pubbliche ed altri luoghi interessanti.

Il luogo più famoso, però, è il Foro, la piazza principale dei centri romani, dove si trovano il Capitolium di Adriano, la Basilica, la Curia ed il tempio di Roma.
Il Teatro
, costruito da Augusto ed ampliato da Commodo, poteva arrivare a contenere 4.000 persone, oltre ad essere in grado di ospitare spettacoli e giochi acquatici.

ostia antica

Con la caduta dell’Impero Romano, Ostia Antica cominciò lentamente a decadere, molti edifici vennero spogliati dai marmi e le pietre riutilizzate per nuove costruzioni; la città venne più volte depredata da barbari e saraceni.
Prospicienti alla zona degli scavi si trovano il borgo medioevale ed il maestoso Castello di Giulio II.

La moderna Ostia nasce invece nei primi tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del ‘900, dopo che vennero avviati i lavori di bonifica. Il nuovo centro divenne presto il lido preferito dagli abitanti del Lazio, ed ancora oggi è considerata la spiaggia principale di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.