Musei Capitolini high-tech con Samsung

Musei Capitolini high-tech con Samsung

Visitare i Musei Capitolini, una delle esposizioni di maggior pregio di Roma, è sempre di grande interesse, tuttavia l’esperienza sarà ancora più intensa fino al 15 gennaio grazie al supporto tecnologico di Samsung Electronics Italia.
L’azienda ha messo, infatti, a disposizione alcuni smartphone Samsung Star NFC, distribuiti dalla biglietteria del museo, che i visitatori possono sfruttare per ottenere informazioni, recensioni ed approfondimenti sulle opere in mostra.
Accanto a quadri e sculture si trova una scheda NFC, sfruttando questa innovativa tecnologia è sufficiente avvicinare il telefonino fornito dai Musei, o anche un altro apparecchio compatibile, ad esse per avere immediatamente a disposizione le informazioni sull’opera.
Una collaborazione che renderà ancora più istruttiva ed affascinante ai Musei di Capitolini, che dimostra come le nuove tecnologia possano migliorare la fruizione dell’arte antica.
musei capitolini

I Musei Capitolino sono considerati i più antichi musei pubblici del mondo, fu, infatti, Papa Sisto IV a crearli nel 1471, quando donò alla città di Roma la collezione di bronzi del Laterano, sistema doli nel cortile del Palazzo dei Conservatori.
Con il passare dei secoli la collezione si è ampliata ed è considerata una delle migliori di Roma, vantando opere antiche come la statua equestre di Marco Aurelio, il Discobolo o il Galata Morente, ma anche quadri come il San Giovanni Battista del Caravaggio o il Battesimo di Cristo di Tiziano.
L’opera più importante e significativa è, tuttavia, la statua di bronzo che raffigura la Lupa di Roma che allatta i piccoli Romolo e Remo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *