MACRO: arte contemporanea a Roma

MACRO: arte contemporanea a Roma

Le meraviglie dell’arte moderna e contemporanea trovano spazio e risalto nei musei di Roma, già a fine ‘800 il Comune acquisì parte delle opere dell’Esposizione Universale e decise di creare uno spazio per gli artisti allora attivi.
Quasi un secolo esatto dopo, nel 1999, il passaggio al nuovo millennio ha visto l’inaugurazione del MACRO, la prima galleria di arte moderna di Roma.
L’esposizione ha come sede la vecchia fabbrica di birra Peroni, nel quartiere Nomentano, nelle vicinanze di Porta Pia, un atto importante di riconversione industriale che simboleggia la continuità tra passato e futuro. Nel 2010 è stato completato l’ampliamento della sede, progettato da Odile Decq, celebre architetto francese, che ha realizzato la nuova ala comprendendo servizi necessari come il bookshop, il ristorante MACRO138 e il MACRO cafè.
Il museo ha anche una sede distaccata, il MACRO Testaccio, ubicato nel restaurato ex Mattatoio, costruito da Gioacchino Ersoch nel 1891 nello stile razionale ed essenziale che ha caratterizzato il passaggio del secolo.

MACRO: arte contemporanea a Roma
Il museo MACRO di Roma possiede una collezione permanente di oltre seicento opere che comprendono, oltre al nucleo originale acquisito nel 1883, anche sculture e dipinti dei principali artisti italiani dalla seconda guerra mondiale ad oggi.
Un viaggio attraverso le principali correnti artistiche contemporanee, dal Gruppo Formula 1 all’Arte Povera, dalla Scuola di Piazza del Popolo per arrivare alle tendenze più innovative.
Proprio per questo il MACRO, oltre alla collezione permanete, organizza mostre temporanee per esplorare nuovi orizzonti, approfondire temi dell’attualità e dare spazio ad artisti emergenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *