cannone gianicolo

Il quartiere Trastevere

Per molo tempo Trastevere fu un’entità a sé stante, collegata a Roma da un Ponte, ma non pienamente parte della città.
Gli antichi Romani, infatti, edificarono solo l’altra riva del Tevere, occupando quest’area solo per sottrarla agli Etruschi e proteggere al meglio la città.

Verso la fine dell’epoca Repubblicana molti nobili patrizi romani costruirono qui le loro ville, ma solo verso il 250 d.C. l’imperatore Aureliano estese le mura cittadine fino ad inglobare Trastevere ed il monte Vaticano.
A causa della caduta dell’Impero le belle domus vennero abbandonate e sorsero case e casupole, tanto che nel medioevo era una sorta di labirinto di vicoli dove nemmeno i carri riuscivano a passare.

Con gli anni il quartiere ha continuato a mutare ed oggi è il punto di riferimento della vita notturna romana, con i numerosi locali e bar che richiamano i giovani anche da fuori città, nonostante questa patina modaiola, Trastevere ha mantenuto intatto il suo cuore verace.
Passeggiare per le sue viette lastricate di san pietrini è già di per sé interessarne, curiosando tra le mille piazzette e le case di epoca medioevale, tuttavia uno dei punti notevoli di Trastevere è il Gianicolo, con la sua passeggiata ed la bella veduta di Roma.

farnesina villa roma

Da visitare anche la Basilica di Santa Maria in Trastevere, costruita nel XII secolo, conserva ancora un mosaico sulla facciata che raffigurata Maria con il Bambino e le dieci vergini sagge.
Meglio non perdere anche la bella Villa Farnesina, un magnifico esempio delle ricche ville suburbane del XVI secolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *