Evgen Bavčar. Il buio è uno spazio roma

Evgen Bavčar a Roma: “Il buio è uno spazio”

Evgen Bavčar è uno degli artisti più originali e profondi del nostro tempo. Nato in Slovenia, Bavčar perse la vista a soli 12 anni, eppure contro tutti i pronostici, è diventato un affermato ed apprezzato fotografo.
Forse l’artista non riesce a vedere con gli occhi, tuttavia è in grado di immortalare immagini e momenti che vanno al di là della semplice apparenza e colpiscono al cuore.
Finalmente anche in Italia arriva una mostra completa delle sue opere, e sarà ospitata dal Museo di Roma in Trastevere, dal 19 gennaio al 25 marzo.
L’evento “Evgen Bavčar. Il buio è uno spazio”, curato da Enrica Viganò ha raccolto una selezione delle stampe in bianco e nero, che hanno reso famoso il fotografo sloveno, oltre ad alcuni rari scatti a colori, mai visti in Italia.

Evgen Bavčar. Il buio è uno spazio roma
Evgen Bavčar ha creato un nuovo modo di concepire la fotografa, non più una mera riproduzione del mondo, bensì una reinterpretazione personale ed interiore di oggetti e momenti.
Non a caso il fotografo rispondendo a chi domanda come riesce a creare simili capolavori, risponde: “Sarebbe più giusto chiedere perché fotografo. Scatto in rapporto ai rumori, ai profumi e soprattutto in relazione alla mia esperienza della luce. Poi scelgo le foto facendomi consigliare da amici con lo sguardo libero da ossessioni personali, da Veronica, mia nipote di nove anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *