afro mostra carlo bilotti

L’arte astratta di Afro in mostra a Roma

Roma celebra il centenario dalla nascita di degli artisti più importanti dell’arte moderna in Italia, “Afro. Dal progetto all’opera. 1951-1975′”, con una mostra aperta sino al 6 gennaio 2013, presso il Museo Carlo Bilotti all’Aranciera di Villa Borghese.
Anche se in realtà Afro Libio Basaldella, chiamato comunemente solo Afro, è Udinese per nascita (4 marzo 1912), la sua anima artistica si è formata e plasmata nella Capitale, grazie all’influenza della Scola Romana, che influenzò in maniera determinante la sua pittura, abbandonando lo stile figurativo della gioventù si avvicina all’arte astratta, tanto da essere definito un neo cubista.

Per quanto apprezzato dalla critica, Afro ebbe molto più successo negli Stati Uniti, dove partecipò alla mostra “XXth Century Italian Art”, organizzata da Alfred Barr e James Thrall Soby al MoMa di New York.
L’influenza americana fu il secondo elemento fondamentale dell’evoluzione artistica di Afro, che si dedicò sempre di più alla pittura astratta.
Oggi le sue opere sono esposte nei musei di tutto il mondo, dal Centre Georges Pompidou do Parigi, alla Staatliche Nationalgalerie di Berlino, fino alla Yale University Art Gallery ed al Guggenheim Museum negli Stati Uniti.
afro mostra carlo bilotti
La mostra “Afro. Dal progetto all’opera. 1951-1975′” vuole mostrare come anche la pittura astratta, per quanto apparentemente non strutturata, sia frutto di un’attenta riflessione da parte dell’artista.
Sono così esposti le bozze preparatorie ed i disegni preliminari, gli schizzi che Afro ha realizzato prima di mettere su tela la versione definitiva della sua creatività.
Saranno esposti trentasette quadri di diverse dimensioni, precediti da un’analisi delle avanguardie storiche del periodo, per far comprendere al visitatore il contesto artistico e culturale in cui si è formato l’artista.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *